Forniamo servizi di eccellenza dal 1996

la valutazione dei rischi deve essere effettuata

I nostri professionisti possono supportarVi nell’adempimento delle specifiche di legge e delle norme tecniche, come nell’ottenimento delle certificazioni previste dalla legge ed aiutarVi ad ottemperare a tutti gli adempimenti legati alla Sicurezza e alla Salute sui luoghi di lavoro.

verifica impianti messa a terra

Tra gli adempimenti da assolvere, il Datore di Lavoro ha la verifica che gli impianti elettrici e gli impianti di protezione dai fulmini siano periodicamente sottoposti a controllo per stabilirne lo stato di conservazione e di efficienza ai fini della sicurezza.

Il DPR 22/10/2001 n.462 disciplina i procedimenti relativi agli Impianti elettrici di Messa a Terra ed ai Dispositivi di protezione contro le Scariche Atmosferiche.

La messa in esercizio dell’impianto deve essere corredata dalla Dichiarazione di Conformità dell’installatore. Entro 30 giorni dalla messa in servizio la dichiarazione di conformità deve essere spedita all’INAIL ed ASL o all’ARPA territorialmente competente.

Le verifiche periodiche, svolte solo da soggetti abilitati dal Ministero delle Attività Produttive, sono Quinquennali tranne che per cantieri, locali adibiti ad uso medico e negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio per i quali la frequenza è Biennale.

Sicurema collabora da anni con Verifica Spa, organismo abilitato dal 2003 presso il Ministero delle Attività produttive

autorizzazioni in deroga all'uso di locali seminterrati

Quando i locali da adibire ad attività lavorative sono locali sotterranei o seminterrati o locali con altezza inferiore a 3 metri č necessario richiedere apposita autorizzazione in deroga agli organi di vigilanza competenti per il territorio.

Verifichiamo il rispetto dei requisiti minimi e delle condizioni di utilizzo dei Vostri locali e Vi forniamo le eventuali indicazioni tecniche necessarie per conformare i locali alle normative vigenti.

Ci prendiamo cura di seguire l’intera procedura per la richiesta delle autorizzazioni in deroga, dalla preparazione della documentazione obbligatoria (elaborati grafici di progetto, relazioni tecniche, autocertificazioni) al supporto in loco durante le visite di controllo.

misurazione esposizione al radon

Gli esercenti di attività che si svolgono in luoghi di lavoro sotterranei ed autorizzate in deroga all’art.65 comma 1 del D.Lgs. 81/08 devono procedere con la misura delle concentrazioni di radon medie in un anno per valutare il livello di esposizione dei lavoratori alle radiazioni ionizzanti.

Provvediamo ad effettuare il monitoraggio del gas Radon mediante scelta dei punti di campionamento in funzione delle caratteristiche ambientali e di destinazione d’uso degli ambienti di lavoro (ventilazione, tempi di permanenza del personale, etc.), fornitura e collocazione dei dosimetri per il campionamento, compilazione di apposite schede di locale riportanti gli elementi di interesse per la successiva valutazione dei dati ottenuti dal monitoraggio (ad esempio tipologia di ventilazione, caratteristiche del locale, etc.), ritiro dei dosimetri ed analisi strumentale per la determinazione dei valori di concentrazione (Bq/m3). L’attività si conclude con la consegna di una relazione tecnica e l’intervento dell’Esperto Qualificato, in caso di superamento delle soglie di concentrazione previste dalla normativa vigente.

autorizzazioni alle emissioni in atmosfera

Tutte le attività che generano emissioni in atmosfera devono essere preventivamente autorizzate dalla regione. Oltre alla preparazione di tutta la documentazione tecnica (per la richiesta di autorizzazione, la messa in esercizio e la messa a regime degli impianti), effettuiamo i prelievi e le analisi chimico-fisiche delle emissioni

autorizzazioni allo scarico di acque reflue

Quando un insediamento dedito alla produzione di beni o servizi recapita le proprie acque reflue in pubblica fognatura, occorre richiedere un’apposita autorizzazione.

Verificati e classificati i Vostri scarichi, provvediamo all’istruzione della Vostra pratica di autorizzazione comprensiva di relazioni tecniche sugli scarichi, planimetrie dell’insediamento con individuazione delle canalizzazioni (suddivise tra acque nere, bianche e meteoriche) e dei punti di scarico e valutazione degli impianti di depurazione presenti.