Forniamo servizi di eccellenza dal 1996

Piano di evacuazione

Con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231, è stata introdotta nel nostro ordinamento una responsabilità in sede penale (formalmente qualificata come responsabilità “amministrativa”) degli enti. La normativa in questione prevede una responsabilità degli enti che si aggiunge a quella delle persone fisiche che hanno materialmente realizzato l’illecito e che sorge qualora determinati reati siano commessi nell’interesse o a vantaggio dell’ente, in Italia o all’estero. Lo schema di decreto approvato dal Consiglio dei Ministri n.145 il 7/7/2011, recependo le direttive comunitarie 2008/99/CE e 2009/123/CE, estende il D.Lgs. 231/01 ai reati ambientali introducendo la tutela penale dell’Ambiente. Sicurema Srl è in grado di supportare le aziende nell’implementazione della parte speciale del D. Lgs.

modelli di organizzazione e gestione

Un modello di organizzazione e di gestione perché abbia efficacia esimente della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica di cui al D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231, deve essere adottato ed efficacemente attuato, assicurando un sistema aziendale per l’adempimento di tutti gli obblighi giuridici relativi a:

  1. al rispetto degli standard tecnico-strutturali di legge relativi a attrezzature, impianti, luoghi di lavoro, agenti chimici, fisici e biologici;
  2. alle attività di valutazione dei rischi e di predisposizione delle misure di prevenzione e protezione conseguenti;
  3. alle attività di natura organizzativa, quali emergenze, primo soccorso, gestione degli appalti, riunioni periodiche di sicurezza, consultazioni dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
  4. alle attività di sorveglianza sanitaria;
  5. alle attività di informazione e formazione dei lavoratori;
  6. alle attività di vigilanza con riferimento al rispetto delle procedure e delle istruzioni di lavoro in sicurezza da parte dei lavoratori;
  7. alla acquisizione di documentazioni e certificazioni obbligatorie di legge;
  8. alle periodiche verifiche dell’applicazione e dell’efficacia delle procedure adottate.

D.Lgs.231/01 e sicurezza sul lavoro

Il legame tra il D. Lgs. 231/01 e la Sicurezza sul Lavoro sono molto stretti: sia per quanto riguarda l’adozione ed attuazione di Modelli di Organizzazione e Gestione, sia per le modifiche introdotte dal D. Lgs.81/08 (Art. 300) all’Art. 25-septies del 231/01 in caso di Omicidio colposo o lesioni gravi o gravissime commesse in violazione delle norme sulla tutela della salute e Sicurezza sul Lavoro, coinvolgendo l’Azienda in quanto, (Art. 39. Rappresentanza dell’ente) c.1 “L’ente partecipa al procedimento penale con il proprio rappresentante legale, salvo che questi sia imputato del reato da cui dipende l’illecito amministrativo.”

D.Lgs.231/01 e ambiente

E’ stato approvato in via preliminare lo Schema di decreto legislativo recante recepimento della direttiva 2008/99/CE del Parlamento europeo e del Consiglio sulla tutela penale dell’ambiente, nonché della direttiva 2009/123/CE del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2005/35/CE relativa all’inquinamento provocato dalle navi e all’introduzione di sanzioni per violazioni.

Verranno introdotte modifiche al Codice Penale tra le quali il reato di “Danneggiamento di Habitat” e con modifiche al D. Lgs. 231/01 introducendo i “Reati Ambientali”.