Forniamo servizi di eccellenza dal 1996

03 Mag, 2018

Formazione dei Lavoratori Interinali

A chi spetta formare i lavoratori interinali sulla sicurezza sul lavoro?

Il dubbio nasce poiché i lavoratori interinali sono dipendenti dell’agenzia interinale (somministratore) ma vanno però a prestare il proprio lavoro presso l’azienda utilizzatrice. La normativa relativa alla somministrazione di lavoro rientra nel pacchetto di attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro del D.Lgs  276/2003.

L’ Art. 21 del D.Lgs  276/2003 prevede che sul contratto di somministrazione di lavoro (cioè il contratto di assunzione che l’agenzia interinale stipula con il lavoratore che andrà a prestare il proprio lavoro in “missione” presso l’azienda utilizzatrice), venga riportata la presenza degli eventuali rischi riscontrati per la salute e la sicurezza del lavoratore e delle misure di prevenzione adottate dall’azienda utilizzatrice. Queste informazioni devono essere fornite dall’azienda utilizzatrice all’agenzia interinale affinché le possa redigere sul contratto di assunzione del lavoratore.

Il D.Lgs  276/2003 all’ Art. 22 punto 5. riporta poi che: “in caso di contratto di somministrazione, il prestatore di lavoro non e’ computato nell’organico dell’utilizzatore ai fini della applicazione di normative di legge o di contratto collettivo, fatta eccezione per quelle relative alla materia dell’igiene e della sicurezza sul lavoro”.

Sempre lo stesso D.Lgs 276/03 all’Art. 23 punto 5 riporta : “Il somministratore informa i lavoratori sui rischi per la sicurezza e la salute connessi alle attività produttive in generale e li forma e addestra all’uso delle attrezzature di lavoro necessarie allo svolgimento della attività lavorativa per la quale essi vengono assunti in conformità alle disposizioni recate dal decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni ed integrazioni. Il contratto di somministrazione può prevedere che tale obbligo sia adempiuto dall’utilizzatore; in tale caso ne va fatta indicazione nel contratto con il lavoratore. Nel caso in cui le mansioni cui è adibito il prestatore di lavoro richiedano una sorveglianza medica speciale o comportino rischi specifici, l’utilizzatore ne informa il lavoratore conformemente a quanto previsto dal decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni ed integrazioni. L’utilizzatore osserva altresì, nei confronti del medesimo prestatore, tutti gli obblighi di protezione previsti nei confronti dei propri dipendenti ed è responsabile per la violazione degli obblighi di sicurezza individuati dalla legge e dai contratti collettivi”.

Si desume pertanto che il legislatore lasci la facoltà all’agenzia interinale di scegliere se demandare o meno gli obblighi formativi sulla sicurezza sul lavoro all’azienda utilizzatrice.

“Chi” debba pagare i corsi di formazione sulla sicurezza e salute dei lavoratori interinali, diventa solamente oggetto di contrattazione commerciale tra l’azienda utilizzatrice e l’agenzia interinale.